Tutti gli articoli di Admin learningh Holidays

E tu, come bevi il caffè?

Il caffè è un’arte, e anche berlo lo è. Ogni Paese ha il suo rito e la sua tradizione che resistono ai secoli e alle mode. Ma quella italiana, è una tradizione a sé, che vede il caffè diventare la base per moltissime varianti, che non vanno a snaturarlo, bensì ad arricchirlo.

I tre modi di bere il caffè

Non parliamo di metodi e personalizzazioni, ma di gusti e di sapori. Quando esisteva solo la caffettiera, e per avere un caffè diverso bisognava andare al bar, l’unica trasgressione che gli italiani si concedevano era un goccio di latte nel caffè o un goccio di caffè nel latte. Questo piccolo rito- per lo più mattutino- era una coccola speciale che ci si riservava quando se ne sentiva il bisogno. Oggi, invece, che andare al bar è diventata un’attività alla portata di tutti, non più solo il goccio di latte viene fatto cadere nella tazzina, ma di richieste particolari ce ne sono davvero tante. Ma visto che il caffè è un rito tradizionalissimo, vogliamo soffermarci solo sui tre modi più famosi di bere il caffè. Clicca qui per saperne di più.

Caffè espresso

È quello corto, denso e corposo. È praticamente un sorso ed è quello che viene maggiormente ordinato al bar. Esiste una macchinetta apposita, che è quella tipica del bar, ma oggi è possibile replicarlo anche a casa grazie alle macchinette domestiche, in cialde o in capsule, che permettono ai consumatori di ottenere un caffè rapido e buono simile a quello del bar. 

Caffè macchiato

È tipico di chi desidera prolungare la propria pausa caffè o di chi ha raggiunto il limite di caffè quotidiani. Non che il macchiato non abbia caffeina, ma semplicemente è una dolce illusione a cui il caffeinomane vuole credere. Lo ritroviamo nelle tazze di molti italiani al mattino, per lo più con latte schiumato se preso al bar, o mescolato se preso a casa. Le macchinette elettriche di caffè, soprattutto quelle a capsule, infatti, permettono di preparare un caffè macchiato ad hoc, così da poterlo gustare in ogni momento della giornata. 

Caffè alla nocciola

È una coccola tutta italiana. Si aggiunge una densa crema alla nocciola nel caffè che, a contatto con il calore, diventa una morbida crema che conferisce alla bevanda quel tipico sapore della nocciola. È naturalmente dolce, quindi è amato soprattutto da coloro che non prediligono il sapore aspro e forte della bevanda nera. Lo si preferisce per lo più a metà pomeriggio, e solitamente quasi come fosse un dessert. Non viene mai sostituito alla classica tazzina di caffè, alla quale gli italiani non rinunciano mai. Anche questa versione, un tempo ordinabile solo al bar, può essere riprodotta grazie alle capsule di caffè, sempre più in voga e sempre più amate.

E tu, come lo bevi il caffè?

IL COLORE DELL’ESTATE

Ogni stagione con il variare delle temperature ha le sue pretese sull’abbigliamento. Capi più o meno pesanti, l’esigenza di indossare più strati di vestiti o la possibilità di mettere una semplice maglietta e i colori da sfoggiare o meno durante una certa stagione. 

Per quanto riguarda la stagione più calda, ok le gradazioni accese e le tinte pastello, ma il colore che la fa da padrone nel guardaroba estivo è sicuramente il bianco, tono luminoso e gioioso che si è guadagnato a mani basse il titolo di colore della bella stagione. Sul sito https://www.finamore.it/shop/it/ troverai una grande quantità di camicie e accessori adatti a te.

Il merito è anche delle diverse varianti disponibili che danno la possibilità di indossare il bianco in qualsiasi occasione senza però ritrovarsi con indosso sempre la stessa sfumatura. 

Bianco per lui

Il capo bianco che non può proprio mancare nell’armadio maschile – non solo d’estate – è la camicia bianca, indumento elegante e versatile che si presta sia per le cerimonie formali che per la vita di tutti i giorni, sia per l’ufficio che per le serate in riva al mare. Per le occasioni informali si può anche optare per l’abito uomo bianco ideale per aperitivi, picnic e feste. L’importante è non indossarlo in ufficio a un matrimonio e non optare per un total look bianco. Se di un abito bianco si può fare a meno, lo stesso non si può dire di giacca e pantaloni bianchi, da indossare però in momenti diversi. L’importante è non abbinare la giacca con colori sgargianti. Per quanto riguarda i pantaloni, invece, consigliamo il taglio slim da indossare praticamente in qualsiasi occasione e abbinabile con tutto. 

Bianco per lei

Colore dell’estate anche e soprattutto per le donne che non disdegnano capi di questo colore che donano eleganza e mettono in risalto il colorito estivo. Oltre la camicia bianca, must have anche per il guardaroba femminile, tutto nell’armadio di una donna rende bene anche in bianco. Minidress da indossare durante gli aperitivi, chemisier che svolazzano durante le gite in barca, tshirt per tutti i giorni, abiti eleganti per serate importanti, kaftani per scendere in spiaggia e gonne e pantaloni da abbinare sia con altri capi bianchi che con indumenti colorati. Oltre ad abbinarsi bene con tutto, il bianco si sposa bene anche con le stampe poco invadenti e con tutti i tipi di colore. Si al bianco pure per gli accessori: borse, cinture, foulard e altri particolari che risaltano e illuminano la figura di chi li indossa.

La tua beauty routine

Hai problemi di pelle?

La tua pelle è impura, piena di punti neri e irritazioni? Non preoccuparti, nella maggior parte dei casi, devi solo trovare e poi seguire con costanza la beauty routine più adatta e corretta per la tua pelle.

Per prima cosa devi avere una stanza da bagno comoda, o meglio, adatta alle tue esigenze. Il lavabo deve essere piuttosto grande e moderno come quelli in vendita sullo shop online Idroclic, visita il sito per maggiori informazioni.

Se hai un lavabo comodo, che ti permette di muoverti liberamente potrai eseguire meglio tutti gli step della tua beauty routine.

Sin dalla mattina quando ti svegli, devi iniziare a prenderti cura della tua pelle: prendi del latte detergente e mettilo sul palmo della tua mano, poi apri l’acqua e falla scorrere fino a quando non diventa tiepida, poi distribuisci il latte detergente sul tuo viso e fai dei movimenti circolari, infine risciacqua il tuo viso eliminando ogni traccia del latte detergente.

Asciuga il viso e con un dischetto di cotone passa il tonico su tutto il viso, fallo asciugare ben bene.

Quando il tonico sarà asciutto, passa un po’ di crema idratante o nutriente, falla assorbire bene.

Lo step successivo è quello di passare la crema protettiva: d’inverno devi utilizzare la protezione trenta, mentre d’estate assolutamente la protezione cinquanta se non anche una più alta.

Utilizzare la crema protettiva, sia d’estate che d’inverno, è l’unico modo per evitare che sulla pelle si formino macchie scure; molti sottovalutano il sole invernale ma, purtroppo, anche questo può produrre delle macchie sulla pelle.

Dopo aver messo la protezione solare per il viso, puoi truccarti come preferisci.

A fine giornata, arriva uno dei momenti più importanti per la beauty routine del tuo viso; cioè quello in cui bisogna effettuare una pulizia profonda della pelle del viso, in quanto deve essere eliminata ogni traccia di trucco e la pelle deve essere ben detersa per eliminare lo smog che si intrappola nel derma.

Se trucchi gli occhi devi scegliere di utilizzare uno struccante specifico, magari un’acqua micellare apposita per il trucco degli occhi e del contorno occhi.

Per il resto del viso potrebbe bastare anche solo il latte detergente, ma solo se non  hai applicato troppo trucco e soprattutto se non si tratta di make-up waterproof; se, invece, si tratta di un trucco molto resistente allora dovrai utilizzare uno struccante specifico.

Dopo aver eliminato ogni traccia di trucco, puoi pensare di fare un esfoliante. L’esfoliante viso non deve essere fatto tutti i giorni, altrimenti la pelle potrebbe rovinarsi; ti basta esfoliare la pelle due volte alla settimana, magari realizzando uno scrub casalingo fatto con olio d’oliva e sale, in quanto il sale purifica e leviga, mentre l’olio idrata.

Dopo aver esfoliato il viso, puoi passare del tonico con un dischetto. Quando il tonico sarà asciutto, applica una crema nutriente notturna. Se ti rendi conto, invece, che la tua pelle è piena di sfoghi e punti neri, applica sul tuo viso del gel d’aloe.

Rinnova la tua camera da letto

La bella stagione è alle porte, quindi è il momento di rinnovare la tua camera da letto.

Non è necessario cambiare per forza il mobilio o pitturare le pareti per rinnovare la tua camera da letto, basta anche meno per dare un tocco di novità; ad esempio, potresti pensare di rinnovare anche solo la biancheria da letto.

La biancheria da letto, infatti, può dare davvero un tocco di novità alla tua camera da letto; se vuoi, dai un’occhiata allo sezione ‘Biancheria per la casa’ dello shop online Pescatore Home & Living, e ti renderai conto che è così.

Sullo shop online Pescatore Home & Living, infatti, c’è una vastissima scelta di biancheria per la camera da letto e non solo.

Adesso che siamo in primavera, ti consigliamo di acquistare un trapuntino per il tuo letto: il trapuntino, infatti, lo potrai utilizzare non solo nei mesi di aprile e maggio, ma anche in autunno durante i primi freddi, dalla fine di settembre ai primi di novembre. Se vuoi utilizzare lo stesso trapuntino, sia in primavera che in autunno, ti consigliamo di scegliere una fantasia che possa andare bene per entrambe le stagioni: magari dei fiori delicati dai colori tenui, come il rosa pallido. I fiori, generalmente, sono perfetti per ogni stagione.

Quando arriva l’estate, invece, sul letto è meglio mettere un copriletto; ci sono persone che hanno la pessima abitudine, in estate specialmente, di mettere solo le lenzuola sul letto. Utilizzare solamente le lenzuola, senza il copriletto, non è solo antiestetico ma è, soprattutto, antigenico.

Sul letto, infatti, anche durante la giornata può capitare di sedersi o di poggiare qualcosa sopra di esso, quindi il copriletto funge quasi da ‘protezione’: sono le lenzuola che entrano direttamente in contatto con il nostro corpo e, quindi, è necessario che siano sempre pulite e mai contaminate.

D’inverno, ovviamente, la scelta migliore è la trapunta che non solo da un tocco di eleganza al letto e, quindi, a tutta la camera da letto ma è anche molto calda.

Anche le lenzuola, però possono considerarsi un elemento d’arredo; ad esempio, le lenzuola Blumarine che hanno delle federe con delle stampe particolari ed eleganti, danno un tocco di classe al letto.

Per rendere il letto ancora più bello, si potrebbe pensare di poggiarvi sopra dei cuscini d’arredo: è vero, non verranno utilizzati in quanto serviranno solo per ‘fare scena’, ma riempiranno il letto e, di conseguenza, anche la camera da letto.

Un altro elemento, capace di dare “un’altra faccia” all’ambiente, è la tenda: un tenda, infatti, è in grado di riempire l’ambiente arredandolo e adornando la parete sulla quale si trova.

Un’altra cosa che non dovrebbe mai mancare, non solo in una camera da letto, ma in molte altre stanze è il tappeto. Il tappeto, infatti, è quel complemento in grado di riempire il pavimento di ogni stanza; ovviamente, il tappeto deve essere scelto con cura per adeguarsi ad ogni ambiente.

Lo vedi, non è necessario fare lavori che stravolgono la struttura della tua casa o acquistare mobili nuovi, per cambiare lo stile della tua abitazione; ti basta solo scegliere la biancheria da casa giusta e, possibilmente, bella e di qualità. 

“Viaggiare” con il pc

È vero, attualmente in Italia, siamo tutti chiusi a casa; possiamo uscire solo per necessità, quindi per fare la spesa, andare in farmacia, andare a lavoro o per altri bisogni che la legge consente.

Ma una delle cose che manca di più alle persone è, certamente, la libertà di poter viaggiare e potersi liberamente muovere in giro per il mondo.

Adesso che non possiamo muoverci, come possiamo fare per riempire i nostri occhi delle bellezze del mondo?!

Si può fare: basta avere una connessione alla rete internet e un personal computer, se vuoi dare un occhiata ai pc in vendita sul sito Haxteel.eu clicca qui.

Ovviamente, non sarà la stessa cosa di un viaggio vero e proprio, ma anche stando sul divano di casa propria si possono scoprire e conoscere un sacco di posti belli e nuovi, con la speranza di potercisi recare fisicamente una volta che la pandemia, causata dalla diffusione del virus Covid 19, sarà terminata.

Pensa, ad esempio, ad una città che desideri tanto visitare, una a caso: New York. Con Google Maps puoi digitare gli indirizzi dei luoghi della città in cui vorresti fare una passeggiata, vedere le foto di tutte le strade che ti interessano e capire i percorsi che si possono fare.

Pensa anche ad un museo che vorresti visitare, sempre a New York, molti di questi hanno dei siti web tramite i quali è possibili fare dei tour a distanza; certo, vedere un museo dal vivo e sentirne gli odori è diverso, ma già capire com’è fatto e vedere le opere che contiene è estremamente interessante.

Per capire com’è fatta una città e quali sono i luoghi da visitare, è importante seguire anche i blog o i canali social di chi ha fatto il viaggio, che vorremmo fare noi, prima. Sul web, infatti, si trovano tanti blog e canali social di viaggiatori che non solo ti consigliano cosa vedere, ma anche dove alloggiare e che cosa mangiare.

In questo modo, si possono scoprire e conoscere tantissime cose che, altrimenti, recandoci direttamente in una città ci sfuggirebbero.

Quando viaggiamo, infatti, siamo sempre frettolosi per la voglia che abbiamo di scoprire il luogo in cui ci siamo recati ma, in questo modo, facendoci prendere dalla fretta, non notiamo un sacco di particolari interessanti e rischiamo di perderci tante cose belle.

Viaggiare è bellissimo ma, per farlo al meglio, bisogna ‘studiare’ il posto in cui si andrà, altrimenti molte cose interessanti verranno ignorate.

Adesso che abbiamo il tempo di ‘studiare’ il mondo, facciamolo.

Incrementiamo la nostra cultura cercando di imparare le cose che non sappiamo.

Comunque, anche tante città italiane meritano di essere visitate almeno virtualmente e tanti musei del nostro bel paese hanno realizzato dei virtual tour.

Cosa aspetti?

Mettiti comodo sul tuo divano e scopri i posti del mondo che desideri conoscere.

Ti basterà anche la connessione del tuo smartphone, se non hai una rete internet a casa; ma ricorda, per fare dei bei virtual tour hai bisogno di un personal computer.

Uno dei mestieri da fare con l’utilizzo del pc: il Social Media Manager.

Sono molti i lavori che, ormai, prevedono di passare le ore lavorative davanti allo schermo di un professional computer.

Una delle professioni più conosciute degli ultimi anni è quella del Social Media Manager.

Il Social Media Manager è un professionista che si occupa della comunicazione di un’azienda (o di qualunque attività o professionista) sui social network.

Perché un’azienda dovrebbe pagare qualcuno affinché si occupi dei suoi social network?

Semplicemente perché, dati alla mano, ognuno di noi passa molte ore della sua giornata sui social network; quindi, è qui che le aziende devono investire in comunicazione e raggiungere i potenziali clienti.

Tu quante ore al giorno trascorri davanti al tuo pc vagando nel magico mondo dei social? Sii onesto, non sono poche! Che sia da smartphone o da notebook non cambia molto… per maggiori info clicca qui

Ecco perché le aziende si sono rese conte che, per far conoscere i prodotti ed i servizi offerti, bisogna seguire una strategia comunicativa studiata e messa in atto da un professionista del web marketing.

Il Social Media Manager, infatti, non è colui che si limita a postare una foto o un video su Facebook ed Instagram, scrivendo un copy a casaccio ed inserendo una serie infinita di hashtag inventati; il Social Media Manager è il professionista che, prima di postare qualunque cosa sui social network di un’azienda, studia e realizza una strategia comunicativa che segua gli obiettivi aziendali.

Il Social Media Manager deve coordinarsi non solo con il responsabile dell’ufficio marketing di un’azienda, ma anche con il grafico, il fotografo o il videomaker se necessita di materiale fotografico o video per i social network. Affinché la comunicazione sui social network sia efficiente è necessaria una coordinazione ottimale tra tutti i professionisti che collaborano al progetto.

E’ per questo motivo che tale professione non può essere svolta utilizzando semplicemente uno smartphone in qualunque posto ci si trovi (ahimè, questo è il pensiero di molti!); per lavorare in maniera seria e precisa, bisogna svolgere questo lavoro utilizzando un professional computer. 

Solo da pc, infatti, si possono utilizzare tool professionali ed essenziali, per ogni Social Media Manager, come il Business Manager di Facebook, che è necessario per realizzare delle campagne pubblicitarie efficaci su Facebook ed Instagram.

Un Social Media Manager serio ed onesto deve sempre studiare in maniera approfondita il settore in cui opera l’azienda che richiede il suo servizio perché, da settore a settore, ci sono molte differenze e, spesso, ci sono aziende per cui è indicato l’utilizzo di un determinato social network mentre per altre no; è assolutamente errato utilizzare tutti i social network, bisogna scegliere i mezzi comunicativi adeguati ad ogni azienda.

E tu hai voglia di lavorare nel fantastico mondo dei social network?

Se la risposta è sì, allora devi: studiare, essere sempre aggiornato su tutte le novità ed i cambiamenti del settore social, analizzare i dati relativi alle strategie messe in atto e, soprattutto, devi avere un ottimo professional computer, magari un notebook, perché sarà il tuo più fedele compagno di lavoro.