Inconvenienti di viaggio

Viaggiando è possibile vedere nuovi luoghi e conoscere le diverse culture che fanno parte della popolazione di tutto il mondo. Capita però che durante il viaggio si hanno dei piccoli inconvenienti che spesso indispongono il viaggiatore e non permettono di poter proseguire il viaggio come si era programmato. Tra le cause che determinano una vacanza rovinata rientra l’annullamento del volo, in questo caso il passeggero, di cui volo è stato cancellato, può richiedere un risarcimento da parte della compagnia aerea. Bisogna però fare attenzione perché se il volo cancellato è stato però annunciato in tempo, non è possibile richiedere un risarcimento ma semplicemente un rimborso delle spese che si sono affrontate per l’acquisto del biglietto aereo. Se l’inconveniente ha creato dei danni al cliente però il rimborso deve essere eseguito, ed è sempre preferibile rivolgersi agli enti che all’interno dell’aeroporto guidano il viaggiatore nella compilazione dei documenti utili al rimborso. L’agenzia quindi propone al proprio assistito tutti le soluzioni per poter ricevere un compenso pecuniario in base al disturbo che gli è stato arrecato e che distanza avrebbe percorso con il volo che non gli è stato permesso di effettuare. Al termine delle pratiche che devono essere compilate inserendo i dati personali del cliente, i dati del volo e il biglietto acquistato, è possibile richiedere un rimborso da ottenere entro i due anni dalla cancellazione del volo. Quando invece il volo subisce un ritardo, la compagnia aerea deve assistere il proprio cliente affinché l’attesa non diventi estenuante. Se si intende effettuare un reclamo, bisogna sin da subito capire come gestire la situazione e che tipo di documentazione bisogna presentare. Gli inconvenienti quindi durante i viaggi non mancano mai, ma quando si effettua un volo, che esso sia breve o lungo, il bagaglio è fondamentale. Capita però che dopo l’arrivo la valigia venga persa, smarrita o danneggiata, in questi casi l’unica possibilità è affidarsi ad un’agenzia per la tutela del viaggiatore, così da riuscire a capire come, e con quale tempistica, è possibile denunciare il fatto o richiedere un risarcimento. Bisogna sin da subito presentarsi allo sportello “Lost and found”, ovvero lo sportello che si occupa degli oggetti smarriti. L’agenzia per la tutela del viaggiatore si metterà a servizio del cliente aiutandolo a compilare il Pir, e a presentare anche il biglietto aereo e tutti dettagli della valigia, così da poter ritrovare il proprio bagaglio o avere un risarcimento monetario su eventuali danni, dovuti dallo scorretto trasporto, e smarrimento del proprio bagaglio.